NOTIZIE > attualita

Foggia, giornata della memoria contro le mafie. L'impegno con Libera

Foggia, giornata della memoria contro le mafie. L'impegno con Libera
Credit Foto - www.libera.it

Per ricordare le vittime delle mafie oggi ci sono 4000 iniziative in tutto il Paese, perché, come ha sottolineato il presidente di Libera, Don Luigi Ciotti, "Nel generale disincanto e disorientamento e nella pericolosa tendenza alla “diserzione” dalle forme di partecipazione" è importante "mettere in luce l’esistenza di un’Italia che non si arrende".


Già ieri sono state numerose le adesioni alla 23ª Giornata della memoria e dell'impegno in memoria delle vittime innocenti di tutte le mafie, che adesso è riconosciuta per legge ogni 21 marzo e che si tenne la prima volta nel 1996 per iniziatva di Libera. L'associazione terrà il suo evento principale a Foggia, dove come ogni anno si leggeranno i nomi delle vittime delle mafie della zona "come in un interminabile rosario civile, per farli vivere ancora, per non farli morire mai".


I nomi delle vittime saranno scanditi ovunque si è aderito alla Giornata, saranno poi ascoltate le testimonianze dei famigliari e approfondite le questioni relative alle mafie e alla corruzione, "nel segno di una memoria che non vuole essere celebrazione ma impegno per il cambiamento".



Libera ha scelto di tornare in Puglia, dopo le manifestazioni del 2008 a Bari e del 2000 a Casarano "per denunciare la potenza e la ferocia di una mafia emergente ma colpevolmente sottovalutata, responsabile in questi anni di tanti omicidi il più delle volte impuniti a carico anche di innocenti", ha sottolineato don Ciotti, concludendo: "Teniamo alta la guardia".



Come sempre però Libera ha voluto anche dare un segnale di incoraggiamento, titolando la giornata 2018 "Terra, solchi di verità e giustizia per "incoraggiare una 
Puglia che resiste, fatta di gente perbene che nelle associazioni, nelle cooperative, nelle realtà laiche e religiose, o anche semplicemente assumendosi le proprie responsabilità di cittadino, s’impegna per il bene della sua terra e dell’intero Paese".


Cristina Nadotti, La Repubblica 



Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits