NOTIZIE > attualita

Avvenire: risalire da Norcia ad Assisi in mezzo a santi, papi e terremoti

di Redazione online

Proponiamo l'articolo sul terremoto di Avvenire : 


E` da molto tempo che, in questo spazio, non do i numeri. Ma oggi ho voluto verificare una sensazione che avevo avuto, e ho fatto bene, perché i numeri l'hanno smentita. Mi era parso infatti che le immagini della basilica di Norcia, della quale è rimasta in piedi solo la facciata, fossero state così potenti da aver attratto, da domenica mattina in avanti, la quota più significativa  dell'informazione religiosa digitale. Invece, pur avendo occupato il 18% dei post che ho potuto leggere, non hanno sovrastato, almeno numericamente, quelli che raccontano papa Francesco in Svezia per la commemorazione comune luterano-cattolica della Riforma, che si sono presi il 26%. Non è mancato chi ha messo insieme le due cose, in una chiave non proprio ottimistica. Se n'è già occupato ieri il mio dirimpettaio di rubrica Gianni Gennari per le pagine di carta ( tinyurl.com/jnbnxgv ), e siccome quelle del web non erano troppo diverse, non ho molto da aggiungere. Se non una facile associazione: quella tra Norcia e Assisi (50 km, in linea d'aria). L'immenso peso che i loro rispettivi santi, Benedetto e Francesco, hanno nella storia della Chiesa è stato confermato dal fatto che i due ultimi Papi ne hanno scelto per sé il nome. Ora che i due paesi sono associati anche peraver subito la ferita di un terremoto al quale i loro simboli religiosi e architettonici più importanti non hanno retto, ho chiesto alla Rete se, nel settembre 1997, fossero circolate con sufficiente evidenza letture apocalittiche intorno al crollo della cupola della Basilica superiore di San Francesco, che costò oltretutto la vita a quattro persone. Ho trovato solo le parole pronunciate il giorno successivo da Giovanni Paolo II, anche lui fuori Roma ( tinyurl.com/jzo3yga ): parlò delle «ingenti lesioni inferte al patrimonio artistico e religioso» come di un «motivo di dispiacere», e solo dopo aver espresso il suo «vivo cordoglio per le vittime», la «cordiale partecipazione al dolore delle loro famiglie», la vicinanza spirituale a feriti e senzatetto.


Redazione online

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits