NOTIZIE > attualita

Assisi, un successo inaspettato sul campanile di San Rufino

oltre settemila persone lo hanno visitato

Assisi, un successo inaspettato sul campanile di San Rufino
Credit Foto - Wikipedia

E’ UN VERO e proprio rilancio turistico quello della parte della città, il campanile della Cattedrale di San Rufino, reso visitabile da qualche mese e che sta riscuotendo sempre maggiore interesse. Su ciò si attendono anche riscontri dall’apertura dell’area agli autobus turistici, per lo scarico-carico di passeggeri, del parcheggio di piazza Matteotti. «Sono soddisfattissimo dell’andamento di questo periodo: in tre mesi abbiamo avuto 7.500 paganti e ora faremo una prova di visita guidata serale».


Così Don Cesare Provenzi, parroco del Duomo e priore del Capitolo di San Rufino (Patrono della città, festa che ricorre il 12 agosto), che fortemente si è adoperato per far sì che si potesse raggiungere la sommità della torre campanaria (a una cinquantina di metri d’altezza), da dove è possibile ammirare scorsi unici della città di Assisi. Fruizione resa possibile dalla collaborazione fra la parrocchia e la Fondazione della Cassa di Risparmio di Perugia che ha sostenuto l’iniziativa.


Si arriva in cima grazie a 130 gradini che grazie a recenti lavori, sono stati messi in sicurezza con il montaggio di ringhiere e protezioni; restaurate anche le superfici calpestabili mentre lungo il percorso è presente materiale illustrativo del luogo.


«I NUMERI sono significativi anche perché va ricordato che i bambini sino a 12 anni non pagano e che anche gli abitanti di Assisi possono accedere gratuitamente – aggiunge don Provenzi -. Domenica 19 abbiamo organizzato una visita serale, alle 21, per vedere se anche questo tipo di esperienza può essere di gradimento per la gente».


«UN’IDEA che abbiamo preso in considerazione la sera della recente eclisse di luna: sarà una prova, poi vedremo se tale tipo di proposta potrà essere mantenuta a regime. Qui i turisti sono piuttosto veloci…». Da tempo, comunque, c’è la volontà di rilanciare turisticamente l’area della città intorno alla Cattedrale dove sono presenti testimonianze storiche fondamentali per la città, da quelle romane (a cominciare dall’anfiteatro) a quelle del Duomo, senza dimenticare le Rocche. Il Museo Diocesano e cripta di San Rufino nel tempo si è ampliato ed è stato potenziato.

La Nazione 



Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits