BLOG > blog

Edoardo Scognamiglio

Miriam e la luce del Risorto

A Maria di Magdala è affidato il compito di annunciare ai discepoli che Gesù, il Maestro, è risorto dai morti e sale al Padre. A questa donna, liberata dal male, Gesù, il Vivente, si era manifestato ancor prima di mostrarsi ai discepoli (cf. Gv 20,17). Chi è la Maddalena? A lei papa Francesco ha dedicato la catechesi del 17 maggio, presentandola come apostola della speranza. Donna dai non facili entusiasmi, testarda, perché non si convince della scomparsa del suo Signore, Maria di Magdala soffre doppiamente: anzitutto per la morte di Gesù, e poi per l’inspiegabile scomparsa del suo corpo. La sua esistenza cambia nel momento in cui Gesù, il Risorto, la chiama per nome: “Maria!”. È la rivoluzione della sua vita perché il Signore l’ha incontrata personalmente, sorprendendola, destando in lei stupore e meraviglia. Maria vorrebbe abbracciare il suo Signore, forse si sarà buttata ai suoi piedi per baciarli, ma lui è ormai orientato al Padre celeste, mentre lei è inviata a portare l’annuncio ai fratelli. «E così quella donna», commenta papa Francesco, «che prima di incontrare Gesù era in balìa del maligno (cf. Lc 8,2), ora è diventata apostola della nuova e più grande speranza». La speranza è Cristo stesso risorto dai morti; è avere la certezza che nulla è più come prima. Gesù risorto ci viene incontro e resta per sempre con noi, divenendo la luce sul nostro cammino, quella stella che non conosce tramonto. Fare Pasqua è lasciarsi sorprendere dall’amore di Dio che sembra ci cambia la vita! Il famoso poeta libanese Khalil Gibran, nel suo noto romanzo Gesù, il Figlio dell’uomo, ove diversi personaggi (reali e immaginosi) parlano con Gesù, dedica a Maria di Magdala ben tre brevi capitoli, ove racconta l’amore di questa donna per il suo Maestro. Maria è completamente avvinta dalla bellezza del volto di Gesù, rapita dal suo sguardo lucente, dagli occhi trasparenti, splendenti, dal passo spedito e silenzioso di Gesù, fino a contemplarlo per la sua bellezza divina. Attratta dalla luce del Maestro, di lui dice: «Morendo, Gesù di Nazareth ha sconfitto la morte e ha risuscitato dal Sepolcro la forza dello Spirito. Egli ha illuminato la nostra solitudine, e ha colmato di sé i giardini del nostro mistico dolore» (K. GIBRAN, Gesù, il Figlio dell’uomo, in ID., Tutte le poesie e i racconti, Ed. Newton, Roma 1993, p. 213). Precedentemente, ripensando all’incontro avuto con Gesù per strada, al quale chiese di entrare in casa sua, di lui ricorda il diniego che le cambiò la vita: «Non ora, non ora le disse. E in quelle due parole udii la voce del mare, e la voce del vento e degli alberi, udii. Quando le pronunciò, dentro di me la vita parlò alla morte […]. Ero posseduta, maledetta. Ma quando l’aurora che era nei suoi occhi guardò nei miei, tutte le stelle della mia notte si dissolsero: e io fui Miriam, solo Miriam, una donna che si era perduta in una terra he le era nota e che ora stava ritrovando se stessa in luoghi che non aveva mai visto […]. Non lo sapevo, ma quel giorno il tramonto che era nei suoi occhi uccise in me il serpente, e io divenni una donna. Io divenni Miriam, Miriam di Majdel» (ivi 125-126). L’incontro con Gesù risorto ci fa essere semplicemente noi stessi: la sua luce illumina la nostra storia e la riporta al suo significato originario, a quell’amore divino che segretamente abita dentro di noi e che dà senso a tutto quello che siamo e facciamo. È questo il mistero della Pasqua, la nostra vera speranza: germi di luce e di bene che fioriscono in noi, per sempre.

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO BLOG

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento:
Blog di Edoardo Scognamiglio

San Francesco, modello di pace e unità

Leggi il Blog | Commenti (0)

La nostra speranza è Gesù Cristo, il Crocifisso-Risorto

Leggi il Blog | Commenti (0)

Amare nonostante la sventura del male

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il fragile dono della Vita consacrata: fidarsi di Cristo è bello

Leggi il Blog | Commenti (0)

Catastrofi naturali: Perché agli innocenti non è risparmiato tanto dolore?

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il Padre misericordioso

Leggi il Blog | Commenti (0)

Guardare oltre per arricchirsi davanti a Dio

Leggi il Blog | Commenti (0)

E venne ad abitare in mezzo a noi...

Leggi il Blog | Commenti (0)

Terrorismo: continuare ad amare nonostante la sventura del male

Leggi il Blog | Commenti (0)

IL MONDO COME SACRAMENTO

Leggi il Blog | Commenti (0)

L'anziano non e' un alieno...

Leggi il Blog | Commenti (0)

La vita consacrata come luogo di frontiera e le attese di papa Francesco

Leggi il Blog | Commenti (0)

Sete di Gesu' – desiderio di unita'

Leggi il Blog | Commenti (0)

Abbiamo bisogno della pace

Leggi il Blog | Commenti (0)

Che cosa sarebbe la Chiesa senza Francesco?

Leggi il Blog | Commenti (0)

Francesco non e' papa

Leggi il Blog | Commenti (0)

Si possono amare i nemici? Come è difficile essere cristiani

Leggi il Blog | Commenti (0)

Si possono amare i nemici? Come e' difficile essere cristiani

Leggi il Blog | Commenti (0)

Le vecchiette e il teologo

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il cristiano deve camminare sempre

Leggi il Blog | Commenti (0)

Una questione di cuore

Leggi il Blog | Commenti (0)

La Chiesa e' una grande famiglia

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il mondo soffoca senza dialogo

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il dialogo non e' mai una perdita di tempo

Leggi il Blog | Commenti (0)

Servire con il cuore di Cristo: la missione di vescovi, sacerdoti e diaconi

Leggi il Blog | Commenti (0)

Come vogliamo vivere?

Leggi il Blog | Commenti (0)

Nella Galilea delle genti

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il sacramento che fa crescere la Chiesa

Leggi il Blog | Commenti (0)

La famiglia e' il motore del mondo e della storia

Leggi il Blog | Commenti (0)

Accoglienza, festa e missione: le tre parole di papa Francesco

Leggi il Blog | Commenti (0)

Nella Chiesa c'e' posto per tutti e nessuno e' inutile

Leggi il Blog | Commenti (0)

Fidiamoci di Cristo

Leggi il Blog | Commenti (0)

Con i giovani per annunciare il Vangelo
Il viaggio di Papa Francesco in Brasile

Leggi il Blog | Commenti (0)

Papa Francesco a Lampedusa per vincere indifferenza con il dono delle lacrime

Leggi il Blog | Commenti (0)

Cercare l'unita' nella Chiesa e tra i cristiani

Leggi il Blog | Commenti (0)

La legge dell'amore per aprire le porte e annunciare il Vangelo

Leggi il Blog | Commenti (0)

Sequela, comunione e condivisione

Leggi il Blog | Commenti (0)

Evangelizzare ci tira su e ci da' gioia

Leggi il Blog | Commenti (0)

Giocare la vita per grandi ideali

Leggi il Blog | Commenti (0)

La risurrezione che ci apre alla speranza e il ruolo delle donne

Leggi il Blog | Commenti (0)

Mi piace questo papa!!!

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il sogno di Francesco e del papa: riformare la Chiesa a partire dalla propria vita

Leggi il Blog | Commenti (0)

Vedo la Chiesa viva! L'ultimo saluto di Benedetto XVI

Leggi il Blog | Commenti (0)
WEB CAM
la cripta
di San Francesco
Abbonati ONLINE
Rivista
San Francesco
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits