BLOG > blog

Edoardo Scognamiglio

Il Padre misericordioso

Nell’udienza di oggi, 11 maggio 2016, papa Francesco si è soffermato sulla parabola lucana del Padre misericordioso che aveva due figli. Parabola, questa, nota come quella del figliol prodigo. Oggi, molti studiosi l’hanno rivalutata come la parabola del figlio invidioso perché il contesto in cui l’evangelista Luca l’inserisce, e Gesù stesso la racconta, è quello della polemica con scribi e farisei. Infatti, l’evangelista Luca ricorda, al capitolo 15, che a Gesù si avvicinavano tutti i pubblicani e i peccatori per ascoltarlo (v. 1). Così, scribi e farisei lo mormoravano dicendo: «Costui riceve i peccatori e mangia con loro». In questo contesto di polemica con le autorità religiose d’Israele, Gesù ci consegna le tre perle della misericordia: la pecora smarrita, la dracma perduta e il figliol prodigo. Di quest’ultima parabola, papa Francesco ha sottolineato la gioia del Padre nell’aver ritrovato suo figlio che era perduto, cioè morto.

La meditazione di papa Francesco è così terminata: «I figli possono decidere se unirsi alla gioia del padre o rifiutare. Devono interrogarsi sui propri desideri e sulla visione che hanno della vita. La parabola termina lasciando il finale sospeso: non sappiamo cosa abbia deciso di fare il figlio maggiore. E questo è uno stimolo per noi. Questo Vangelo ci insegna che tutti abbiamo bisogno di entrare nella casa del Padre e partecipare alla sua gioia, alla sua festa della misericordia e della fraternità. Fratelli e sorelle, apriamo il nostro cuore, per essere “misericordiosi come il Padre”!».

Soffermandosi sulla parabola del Padre buono, papa Francesco ci ha ricordato che il Dio di Gesù Cristo è anche il nostro Dio, ossia il Dio dei perduti e degli smarriti di cuore. Questo Dio, dei vivi e non dei morti, resterà per sempre nostro Padre. Abbiamo bisogno di liberarci da una visione morale della nostra dignità filiale così come da una lettura moralistica di questa parabola. Tutto è dono della grazia di Dio, dell’amore gratuito del Padre. In altre parole, come ha affermato papa Francesco, «La nostra condizione di figli di Dio è frutto dell’amore del cuore del Padre; non dipende dai nostri meriti o dalle nostre azioni, e quindi nessuno può togliercela, neppure il diavolo! Nessuno può toglierci questa dignità». Perché Dio, in Cristo, sarà sempre dalla nostra parte! Si ha l’idea che Gesù abbia raccontato questa parabola per liberare il Padre da una falsa immagine che scribi e farisei si erano costruiti di lui, e così noi oggi. Siamo, infatti, sempre convinti di meritare qualcosa per la nostra virtù, per i nostri sforzi. Senza il principio della gratuità, non possiamo condividere il modo di essere e di agire di Gesù e, quindi, di Dio. Se leggiamo attentamente la parabola lucana del Padre buono, ci accorgiamo che nel figlio minore non prevale alcun atteggiamento di conversione, ma semplicemente il bisogno di ritornare a casa per sopravvivere. È il Padre che lo perdona e gli corre incontro e lo bacia e gli ridona la sua dignità rivestendolo. Questa parola di Gesù ci incoraggia a non disperare mai.

Ha così commentato papa Francesco: «Penso alle mamme e ai papà in apprensione quando vedono i figli allontanarsi imboccando strade pericolose. Penso ai parroci e catechisti che a volte si domandano se il loro lavoro è stato vano. Ma penso anche a chi si trova in carcere, e gli sembra che la sua vita sia finita; a quanti hanno compiuto scelte sbagliate e non riescono a guardare al futuro; a tutti coloro che hanno fame di misericordia e di perdono e credono di non meritarlo… In qualunque situazione della vita, non devo dimenticare che non smetterò mai di essere figlio di Dio, essere figlio di un Padre che mi ama e attende il mio ritorno. Anche nella situazione più brutta della vita, Dio mi attende, Dio vuole abbracciarmi, Dio mi aspetta».

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO BLOG

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento:
Blog di Edoardo Scognamiglio

Vedo la Chiesa viva! L'ultimo saluto di Benedetto XVI

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il sogno di Francesco e del papa: riformare la Chiesa a partire dalla propria vita

Leggi il Blog | Commenti (0)

Mi piace questo papa!!!

Leggi il Blog | Commenti (0)

La risurrezione che ci apre alla speranza e il ruolo delle donne

Leggi il Blog | Commenti (0)

Giocare la vita per grandi ideali

Leggi il Blog | Commenti (0)

Evangelizzare ci tira su e ci da' gioia

Leggi il Blog | Commenti (0)

Sequela, comunione e condivisione

Leggi il Blog | Commenti (0)

La legge dell'amore per aprire le porte e annunciare il Vangelo

Leggi il Blog | Commenti (0)

Cercare l'unita' nella Chiesa e tra i cristiani

Leggi il Blog | Commenti (0)

Papa Francesco a Lampedusa per vincere indifferenza con il dono delle lacrime

Leggi il Blog | Commenti (0)

Fidiamoci di Cristo

Leggi il Blog | Commenti (0)

Con i giovani per annunciare il Vangelo
Il viaggio di Papa Francesco in Brasile

Leggi il Blog | Commenti (0)

Nella Chiesa c'e' posto per tutti e nessuno e' inutile

Leggi il Blog | Commenti (0)

Accoglienza, festa e missione: le tre parole di papa Francesco

Leggi il Blog | Commenti (0)

La famiglia e' il motore del mondo e della storia

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il sacramento che fa crescere la Chiesa

Leggi il Blog | Commenti (0)

Nella Galilea delle genti

Leggi il Blog | Commenti (0)

Come vogliamo vivere?

Leggi il Blog | Commenti (0)

Servire con il cuore di Cristo: la missione di vescovi, sacerdoti e diaconi

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il dialogo non e' mai una perdita di tempo

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il mondo soffoca senza dialogo

Leggi il Blog | Commenti (0)

La Chiesa e' una grande famiglia

Leggi il Blog | Commenti (0)

Una questione di cuore

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il cristiano deve camminare sempre

Leggi il Blog | Commenti (0)

Le vecchiette e il teologo

Leggi il Blog | Commenti (0)

Si possono amare i nemici? Come e' difficile essere cristiani

Leggi il Blog | Commenti (0)

Si possono amare i nemici? Come è difficile essere cristiani

Leggi il Blog | Commenti (0)

Francesco non e' papa

Leggi il Blog | Commenti (0)

Che cosa sarebbe la Chiesa senza Francesco?

Leggi il Blog | Commenti (0)

Abbiamo bisogno della pace

Leggi il Blog | Commenti (0)

Sete di Gesu' – desiderio di unita'

Leggi il Blog | Commenti (0)

La vita consacrata come luogo di frontiera e le attese di papa Francesco

Leggi il Blog | Commenti (0)

L'anziano non e' un alieno...

Leggi il Blog | Commenti (0)

IL MONDO COME SACRAMENTO

Leggi il Blog | Commenti (0)

Terrorismo: continuare ad amare nonostante la sventura del male

Leggi il Blog | Commenti (0)

E venne ad abitare in mezzo a noi...

Leggi il Blog | Commenti (0)

Guardare oltre per arricchirsi davanti a Dio

Leggi il Blog | Commenti (0)

Catastrofi naturali, Padre Scognamiglio: Perché agli innocenti non è risparmiato tanto dolore?

Leggi il Blog | Commenti (0)
WEB CAM
la cripta
di San Francesco
Abbonati ONLINE
Rivista
San Francesco
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits