BLOG > blog

Edoardo Scognamiglio

Guardare oltre per arricchirsi davanti a Dio

Le meditazioni quotidiane di papa Francesco sono di una semplicità sconvolgente: hanno la forza di arrivare al cuore della gente e di mettere in crisi certi nostri modi di pensare e di essere chiesa che sono fin troppo “stagionati”.

Nella meditazione di giovedì 25 febbraio, intitolata Il nome e l’aggettivo, papa Francesco ha parlato della religione del dire e di quella del fare. Lo spunto è stato offerto dalla parabola del povero Lazzaro e del ricco epulone. Quest’ultimo si è trovato in una condizione definitiva di morte, di esclusione dalla vita, dall’amore, per sua libera scelta. È l’inferno, quella solitudine irreversibile che accompagna chi si è illuso di essere sulla via della vita e di attendere da Dio una ricompensa per i risultati raggiunti: ricchezza, fama, potere, gloria… In realtà, ci ricorda papa Francesco, il ricco epulone – di cui non sappiamo neanche il nome – è chiuso in se stesso ed è definito dagli altri con un aggettivo e non con un nome proprio di persona. Egli non è in grado di sentire i bisogni degli altri, di guardare alle necessità concrete del povero Lazzaro. È forse questa la condizione di morte nella quale viviamo: siamo troppo “autocentrati”, guardiamo solo a noi stessi, nella ricerca spasmodica di una felicità effimera, solitaria, egoistica. A volte non abbiamo la forza di guardare oltre, di stare accanto a chi soffre. Eppure nella Bibbia la ricchezza è segno della benedizione divina, di protezione. Dov’è che il ricco epulone ha sbagliato?

Il papa ci interroga personalmente: «la mia gioia è “nell’uscire da me stesso per andare incontro agli altri, per aiutare”, oppure “la mia gioia è avere tutto sistemato, chiuso in me stesso?”». Lazzaro, ha aggiunto il papa, con i suoi bisogni e le sue miserie, le sue malattie, «era proprio il Signore che bussava alla porta, perché quest’uomo aprisse il cuore e la misericordia potesse entrare». Il ricco, invece, «non vedeva», «era chiuso» e, «per lui, oltre la porta non c’era niente». Il ricco epulone non aveva compreso che amare ed essere amati è la risposta al problema dell’uomo e al senso della vita. La ricchezza lo aveva reso ceco, incapace di vedere le necessità del povero che gli stava accanto. La cecità, infatti, subentra in noi nel momento in cui non sappiamo arricchirci (in ogni senso) davanti a Dio, ossia guardando ai bisogni del prossimo. Il ricco epulone ha confidato solo in se stesso, chiuso nei suoi beni, incapace di guadare oltre per accogliere l’altro. È curioso: in ebraico, la radice del verbo credere e della stessa fede (amen) è la medesima di quella del termine mammona (‘mn) che indica la ricchezza come idolo, quasi un’altra divinità.

In questo tempo di Quaresima dobbiamo chiedere al Signore la grazia «di vedere sempre i Lazzari che sono alla nostra porta, i Lazzari che bussano al cuore» e quella di «uscire da noi stessi con generosità, con atteggiamento di misericordia, perché la misericordia di Dio possa entrare nel nostro cuore». Questo perché non ci salviamo da soli: abbiamo bisogno di condividere tutto il bene che abbiamo (di arricchirci davanti a Dio) e tutta la gioia che sperimentiamo nella nostra vita con chi non ha nulla, con quanti non hanno neanche quel minimo di vita per sorridere, per sopravvivere, per riconoscersi figli di Dio e nostri fratelli.

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO BLOG

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento:
Blog di Edoardo Scognamiglio

San Francesco, modello di pace e unità

Leggi il Blog | Commenti (0)

Miriam e la luce del Risorto

Leggi il Blog | Commenti (0)

La nostra speranza è Gesù Cristo, il Crocifisso-Risorto

Leggi il Blog | Commenti (0)

Amare nonostante la sventura del male

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il fragile dono della Vita consacrata: fidarsi di Cristo è bello

Leggi il Blog | Commenti (0)

Catastrofi naturali: Perché agli innocenti non è risparmiato tanto dolore?

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il Padre misericordioso

Leggi il Blog | Commenti (0)

E venne ad abitare in mezzo a noi...

Leggi il Blog | Commenti (0)

Terrorismo: continuare ad amare nonostante la sventura del male

Leggi il Blog | Commenti (0)

IL MONDO COME SACRAMENTO

Leggi il Blog | Commenti (0)

L'anziano non e' un alieno...

Leggi il Blog | Commenti (0)

La vita consacrata come luogo di frontiera e le attese di papa Francesco

Leggi il Blog | Commenti (0)

Sete di Gesu' – desiderio di unita'

Leggi il Blog | Commenti (0)

Abbiamo bisogno della pace

Leggi il Blog | Commenti (0)

Che cosa sarebbe la Chiesa senza Francesco?

Leggi il Blog | Commenti (0)

Francesco non e' papa

Leggi il Blog | Commenti (0)

Si possono amare i nemici? Come è difficile essere cristiani

Leggi il Blog | Commenti (0)

Si possono amare i nemici? Come e' difficile essere cristiani

Leggi il Blog | Commenti (0)

Le vecchiette e il teologo

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il cristiano deve camminare sempre

Leggi il Blog | Commenti (0)

Una questione di cuore

Leggi il Blog | Commenti (0)

La Chiesa e' una grande famiglia

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il mondo soffoca senza dialogo

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il dialogo non e' mai una perdita di tempo

Leggi il Blog | Commenti (0)

Servire con il cuore di Cristo: la missione di vescovi, sacerdoti e diaconi

Leggi il Blog | Commenti (0)

Come vogliamo vivere?

Leggi il Blog | Commenti (0)

Nella Galilea delle genti

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il sacramento che fa crescere la Chiesa

Leggi il Blog | Commenti (0)

La famiglia e' il motore del mondo e della storia

Leggi il Blog | Commenti (0)

Accoglienza, festa e missione: le tre parole di papa Francesco

Leggi il Blog | Commenti (0)

Nella Chiesa c'e' posto per tutti e nessuno e' inutile

Leggi il Blog | Commenti (0)

Fidiamoci di Cristo

Leggi il Blog | Commenti (0)

Con i giovani per annunciare il Vangelo
Il viaggio di Papa Francesco in Brasile

Leggi il Blog | Commenti (0)

Papa Francesco a Lampedusa per vincere indifferenza con il dono delle lacrime

Leggi il Blog | Commenti (0)

Cercare l'unita' nella Chiesa e tra i cristiani

Leggi il Blog | Commenti (0)

La legge dell'amore per aprire le porte e annunciare il Vangelo

Leggi il Blog | Commenti (0)

Sequela, comunione e condivisione

Leggi il Blog | Commenti (0)

Evangelizzare ci tira su e ci da' gioia

Leggi il Blog | Commenti (0)

Giocare la vita per grandi ideali

Leggi il Blog | Commenti (0)

La risurrezione che ci apre alla speranza e il ruolo delle donne

Leggi il Blog | Commenti (0)

Mi piace questo papa!!!

Leggi il Blog | Commenti (0)

Il sogno di Francesco e del papa: riformare la Chiesa a partire dalla propria vita

Leggi il Blog | Commenti (0)

Vedo la Chiesa viva! L'ultimo saluto di Benedetto XVI

Leggi il Blog | Commenti (0)
WEB CAM
la cripta
di San Francesco
Abbonati ONLINE
Rivista
San Francesco
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits